logo italianOpera
la ricerca musicale in Italia
Loading

"The Golden Stairs" (1866), olio su tela, 277 x 117 cm, del pittore Edward Burne-Jones (Tate Gallery, Londra)"


Français English Español Português 简体中文

<< Previous

Wilhelm Tischbein, Goethe, 1786, Francoforte, Städelsches Kunstinstitut.

Progetto Mayr

Johann Wolfgang Goethe, biography

Una breve biografia sino al Werther del 1774

Johann Wolfgang Goethe (la particella nobiliare "von" gli sar' concessa solo dal 1782), forse l'ultimo degli autori classici, ' un celebre genio, poeta e scrittore tedesco, nato a Francoforte sul Meno nel 1749 e morto a Weimar nel 1832. Molti lo hanno collocato tra i sommi Omero, Dante e Shakespeare. Di Goethe abbiamo molte pi' notizie, rispetto agli altri tre poeti universali. Era il figlio di Johann Kaspar, consigliere imperiale e della cordiale e calorosa Katherina Elisabeth Textor, figlia dell'ex borgomastro della citt'. Gi' a quattro anni, Goethe ha i primi contatti col mito di Faust, quando la nonna gli regala un fatidico teatro per le marionette. Poi ' la guerra dei Sette anni a turbare gli affetti familiari. Il piccolo Wolfgang studia la lingua italiana, il latino, il francese e anche l'ebraico, dedicandosi al disegno e alla musica. Ascolta per la prima volta Mozart in concerto. Dopo aver studiato col padre, venne a Lipsia a frequentare i corsi di diritto. In quella citt' si rivela tutto il suo gusto rococ', che Goethe riversa nei primi scritti bucolici. Una preoccupante affezione polmonare lo costringe a tornare a casa, inducendo una crisi mistica di stampo pietistico, che lo sopinge al panteismo o a un aristocratico paganesimo, frammisto all'interesse magico occultistico per Swedenborg. Perfettamente guarito, si rec' infine a Strasburgo dal 1770 al 1771, conoscendo Herder che lo inizi' alla poesia popolare e al gusto gotico. Inizi' la carriera dell'avvocato e venne in contatto coi poeti dello Sturm und Drang, che lo indussero a distaccarsi dallo stile rococ' delle sue prime precoci liriche, infondendogli invece uno spirito preromantico: passione per il primitivo, il tempestoso, per il Gotico e per le poesie di Ossian.  Un nuovo trasferimento a Wetzlar lascia ben sperare che Goethe si perfezioni nell'avvocatura, ma la sonnolenta cittadina e i ritrovi mondani, la lettura di Omero e le lunghe meditazioni sul suo futuro, gli causano una nuova temperie sentimentale. Si innamora di Charlotte Buff e conosce Jerusalem, segretario dell'ambasciata, che finir' suicida per amore. Questa drammatica esperienza ' sublimata nel romanzo epistolare I dolori del giovane Werther, una delle massime opere della narrativa mondiale, tradotte per la prima volta in italiano dal milanese Gaetano Grassi e pubblicate dal barone De Bassus (nom de guerre Hannibal) a Poschiavo nel 1782.

Il compositore Johann Simon Mayr (nom de guerre Hannibal), dell'Ordine degli illuminati di Baviera, e Maestro di Donizetti, music' la prima versione poschiavina. Si tratta della prima opera lirica sul romanzo del Werther. Quest'opera, intitolata Verter, scoperta dai musicologi Bianchini e Trombetta nel 1994 unisce in un unico ambito i tre illuminati Goethe, Mozart e Mayr.

Le seguenti notizie sono ricavate, in sunto, dal libro Goethe, Mozart e Mayr fratelli illuminati, scritto dai musicologi Luca Bianchini e Anna Trombetta e pubblicato dalla Arch'

Negli anni del Werther, il poeta frequentava i massoni e scriveva che anche la loro loggia, una comunit' ragguardevole e ben fondata. Ma Goethe, come Mozart, non era soddisfatto dei massoni, che considerer' soltanto un mezzo utile, a conseguire i suoi obiettivi: "per quello spirito d'indipendenza, che in seguito mi parve una follia - dice l'autore ' rifiutai ogni legame pi' stretto".

Il 23 giugno 1780 Goethe fu ammesso alla loggia Amalia di Weimar, che era sotto l'influenza di Adam Weishaupt (1748-1830), fondatore degli illuminati di Baviera, (nom de guerre Spartacus) e di Johann Joachim Bode (1730-1793), anch'egli illuminato (nom de guerre Amelius): il poete cominci' col grado di apprendista. L'anno successivo fu dichiarato compagno e il 2 marzo 1782 maestro muratore. Il 4 dicembre gli fu conferito il Quarto Grado Scozzese della Stretta Osservanza, mentre l'11 febbraio 1783 firm' l'obbligazione come illuminato, col nom de guerre Abaris.

Nel 1782 era stato accolto nell'ordine interno della loggia, e sar' sempre presente alle sue alterne vicende, non ultima la riapertura nel 1808, dopo un periodo di soppressione, che datava dal 1782.

Anna & Luca's Music Home Page

Progetto Mayr

index

 

Next >>
italianOpera © 2011 CSS Valido!